cartier bresson

UNA STORIA IN TASCA

-Laboratorio di Drammaterapia-

Partendo da una serie di foto si darà principio ad un viaggio tra immagini che lentamente lasceranno spazio ad un racconto. I personaggi si incontreranno e si conosceranno per poi scambiare le storie se lo riterranno opportuno. Le foto iniziali diverranno solo corollario del laboratorio. Attraverso il corpo i personaggi prenderanno vita ed esprimeranno i loro sogni e le loro emozioni.

Si uscirà dal laboratorio con una storia nuova da raccontare, una storia in tasca, appunto…che ognuno potrà portarsi via come ricordo di un’esperienza.

La tecnica utilizzata è quella della Drammaterapia, metodo attivo esperienziale che facilita la capacità di raccontarsi e risolvere problemi, stabilendo degli obiettivi per poi esprimere le proprie emozioni, approfondendo l’esperienza del proprio mondo interiore.

Il tutto avverrà in un’atmosfera di gioco, con l’utilizzo delle tecniche teatrali ispirate a Grotowski.

2 DICEMBRE 2018

Conduce: Alessandra Momo (Educatrice Teatrale, Drammaterapeuta)

Dove: TeatroInBolla Via Roma 114/A Pioltello (MI)

Orario: 16.00-18.30

Partecipazione: Prenotazione previa iscrizione all’Associazione. Max 15 adesioni.

INFO: info@teatroinbolla.org  335-7906513

ALESSANDRA MOMO: Il mio amore per il teatro è nato da bambina quando mi rifugiavo nella cameretta e la realtà lasciava il posto ad un mondo incantato popolato di principesse, principi, streghe ed elfi. Ho avvertito fin dalle elementari la necessità di creare storie, di dipingerle e rappresentarle. Però a causa della mia estrema riservatezza e chiusura verso il mondo non riuscivo a salire in scena per mostrare il magico mondo interiore che possedevo. Così per un po’ ho dipinto e scritto storie finchè l’urgenza di “fare teatro” non è tornata prepotentemente. Così ho cominciato a fare i primi laboratori di teatro e mi sono iscritta al Dams di Torino, dove respiravo l’aria creativa che sognavo da bambina. Dopo la laurea ho cominciato a lavorare in ambito socio-educativo e qui ho condotto laboratori di arte e teatro. Ho avuto una figlia che oggi ha 13 anni con la quale il gioco del teatro è stato all’ordine del giorno e mi ha aperto una finestra sull’incredibile mondo dell’infanzia, fino a quel momento sconosciuto. Poi la svolta professionale è avvenuta quando ho incontrato la Drammaterapia (è un metodo creativo fondato sulla conoscenza e l’uso consapevole dei processi drammatici che può essere orientato verso obiettivi educativi, terapeutico- riabilitativi, e sociali, e in generale verso il benessere di persone, gruppi e comunità…). Il mio mondo interiore è rifiorito perchè finalmente potevo “parlare di me attraverso la metafora”, inventare storie e fiabe senza nessun giudizio, riscoprendo quell’urgenza e quella necessità che possedevo da bambina: il potersi concedere di rappresentare luci e ombre insite in ogni essere umano. Alla fine di questo percorso ho scritto una tesi che tratta della prevenzione del disagio mentale con l’utilizzo della Drammaterapia in età evolutiva e questi studi mi hanno avvicinato alla Pedagogia. Poi c’è stato l’incontro con Michela Iacono, Psicoterapeuta, che ha portato alla costituzione dell’Associazione Verso il mago di Oz. Conduciamo laboratori di teatro e Drammaterapia e posso definire il nostro sodalizio davvero produttivo.

 

Annunci